Fondi pubblici da investire al Sud mai impiegati, Gdf scopre maxitruffa allo Stato da 3,5 milioni

Bolzano frode fiscale riciclaggio internazionale oltre 5 milioniGENOVA – Fondi pubblici da investire al Sud ma che in realtà non sono mai stati reimpiegati. La maxi truffa ai danni dello Stato da 3,5 milioni di euro è stata scoperta dagli uomini della guardia di finanza di Genova che hanno denunciato il rappresentante legale di una società ligure specializzata nel settore della ricerca tecnologica nel campo delle telecomunicazioni.

Le fiamme gialle hanno anche chiesto e ottenuto il sequestro preventivo di 1.700.000 euro. La società, secondo gli inquirenti, oltre a ricevere contributi comunitari e nazionali previsti dal Pon Fesr (Programma operativo nazionale e Fondo europeo di sviluppo regionale) “Ricerca e Competitività” 2007-2013 per circa due milioni di euro, ha anche richiesto un secondo contributo comunitario per un importo di 1 milione e mezzo di euro, entrambi gestiti dal Mise e destinati a aziende impegnate nella ricerca tecnologica in Campania, Sicilia, Calabria e Puglia (regioni previste nell’obiettivo comunitario ‘Convergenza’).