Foto ragazzo bendato, Salvini: “C’è solo una vittima per cui piangere”

ROMA – “A chi si lamenta della bendatura di un arrestato, ricordo che l’unica vittima per cui piangere è un uomo, un figlio, un marito di 35 anni, un Carabiniere, un servitore della Patria morto in servizio per mano di gente che, se colpevole, merita solo la galera a vita. Lavorando. Punto”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, commentando la foto del ragazzo americano arrestato e poi bendato dai Carabinieri dopo la morte del Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega.

Il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci su Twitter esprime invece “orrore per la foto dell’indiziato bendato. Orrore per l’uso che ne sta facendo il partito del ministro dell’Interno. Salvini non ci porterà in Sud America”.