Giusto riconoscimento dei titoli artistici da parte del Miur: la petizione dei laureati in cinema, televisione e spettacolo

ROMA – I laureati in cinema, televisione e spettacolo scendono in campo per i loro diritti e la loro professionalità. E, per farlo, hanno lanciato una petizione su Change.org. Tra i promotori figura anche Enza Molinari, presidente dell’associazione culturale Egò, che spiega: “Siamo docenti di tutta Italia e stiamo portando avanti una battaglia per il giusto riconoscimento dei titoli artistici da parte del Miur”.

Ecco cosa si legge nel testo: “Il comitato Docenti LS/73 – LM/65 richiede al MIUR di tutelare quei percorsi universitari che costituiscono titolo di accesso alle previgenti classi di concorso A007 e A061. Il Comitato LS/73 – LM/65 è costituito da docenti non abilitati nelle classi di concorso A007 e A061. Siamo laureati in Cinema, Televisione e Produzione multimediali o Diplomati Afam di percorsi accademici equipollenti alla LM 65 o LS/73. Una delle domande più frequenti è: perché esistono due CDC che riportano le stesse materie d’insegnamento?”.

E poi: “Chiediamo al Ministero dell’Istruzione che i laureati in cinema LM65 e LS/73 che hanno basato il percorso di studio e di vita sulle materie afferenti al linguaggio audiovisivo abbiano accesso diretto alla A061 e che l’accesso a “qualsiasi laurea” non sia più consentito dalla terza fascia 2020”. In conclusione, si chiede “a pieno titolo il riconoscimento delle lauree Audiovisive LM65 e LS73, sia per la A007, sia per la A061”, specificando “una volta per tutte i titoli di accesso specifici per queste cdc: LM65 e LS/73”.

Qui di seguito il link per la raccolta firme: https://www.change.org/p/miur-i-docenti-ls73-lm65-chiedono-al-miur-il-giusto-riconoscimento?fbclid=IwAR3Mo0vqpaHteirFBA6jEXSA-XXR4aK9Y9Ahuk-j8ZGthPe5Nk4kYTHRPiY