Ilva: Di Maio, “Il tavolo non è un club privato”

ROMA – Il tavolo sull’Ilva domani “è stato convocato perché ArcelorMittal ha chiesto di poter illustrare a tutti gli stakeholder le proprie proposte. Per me hanno diritto a partecipare tutte le rappresentanze dei cittadini coinvolti, incluse le associazioni e i comitati che in questi anni hanno svolto un ruolo essenziale. Ed è per questo che li ho invitati”.

Così il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio. Il tavolo, prosegue, “non è stato convocato per trasformarsi in un club privato”. E “chi preferisce può liberamente scegliere di non partecipare. Da ministro lo accetto, ma ne trarrò le dovute conseguenze”.