Incassi cinematografici Usa, “Tenet” in calo ma supera i 200 milioni di dollari

ROMA – Calano gli incassi di “Tenet” al botteghino Usa, ma il distopico film d’azione di Christopher Nolan supera i 200 milioni di dollari a livello globale. Nel secondo week end di programmazione nelle sale americane – riporta Variety – il thriller fantascientifico ha ottenuto 6,7 milioni di dollari, rispetto ai 20 milioni del debutto (in realtà 9 milioni nel fine settimana, il resto con le proiezioni in anteprima). Negli Stati Uniti ha riaperto il 65-75% delle sale, anche se in forma ridotta, ma i principali mercati come New York, Los Angeles e San Francisco rimangono ancora chiusi.

Anche per questo il film di Nolan è andato meglio all’estero e negli Stati dove la pandemia da coronavirus è più sotto controllo. Nel complesso, Tenet ha rastrellato 207 milioni di dollari a livello globale. In Cina, secondo mercato cinematografico più grande del mondo, il film ha raccolto nel week end 10 milioni di dollari (in totale finora 50 milioni), piazzandosi al secondo posto dietro Mulan.

Il remake live action Disney dal vivo del cartone animato del 1998 ha debuttato con 23,2 milioni di dollari (37,6 milioni a livello globale), ma negli Usa è disponibile solo a pagamento su Disney+ per 30 dollari. Tra le nuove uscite, la commedia romantica di Sony “The Broken Hearts Gallery” ha incassato 1,125 milioni di dollari, mentre The New Mutants, horror legato alla saga degli X-Men, targato Disney, ha ottenuto 2,1 milioni di dollari (15,3 milioni finora negli Usa, 29 milioni nel mondo).