Inchiesta nomine: Virginia Raggi è stata assolta

ROMA – Virginia Raggi è stata assolta. Il falso del quale era accusata “non costituisce reato”. E’ quanto ha detto il giudice Roberto Ranazzi durante la lettura della sentenza con cui ha assolto la sindaca di Roma.

“Questa sentenza spazza via due anni di fango. Andiamo avanti a testa alta per Roma, la mia amata città, e per tutti i cittadini”. Così Raggi dopo la sentenza di assoluzione. La sindaca è scoppiata in un pianto liberatorio e ha abbracciato tra gli applausi i suoi avvocati.

Inchiesta nomine, la Procura aveva chiesto 10 mesi per la Raggi

Dieci mesi di reclusione. Questa la richiesta che era stata avanzata dalla Procura per la Raggi, imputata per falso nell’ambito del processo sulle nomina di Renato Marra alla direzione del dipartimento Turismo del Campidoglio. Il procuratore aggiunto Paolo Ielo aveva chiesto per la sindaca le attenuanti generiche. Nella sua requisitoria il pm Francesco Dall’Olio aveva detto che “è pacifico che si tratti di falso ideologico in atto pubblico”.