Industria, CNA: “Gli strumenti europei siano a misura di piccola impresa se si vuole vincere la sfida della globalizzazione”

ROMA – Innovazione. Nuovi mercati. Credito. Finanza sostenibile. Sono i quattro punti chiave sui quali intervenire a livello europeo per agevolare le piccole imprese nella competizione globale. Lo rileva la CNA che ha organizzato per oggi a Roma il convegno su “Industria e globalizzazione” nell’ambito della Eu Industry Week 2019. E che ha presentato a europarlamentari dei principali gruppi politici un pacchetto di proposte, anche in vista delle prossime elezioni europee.

CNA chiede alle istituzioni europee di:

  1. mettere in campo strumenti facilmente accessibili e, soprattutto, mirati alle piccole imprese per spingere sul pedale dell’innovazione;

2) riprendere i programmi già sperimentati a favore delle piccole imprese nella ricerca di nuovi mercati extra-europei;

3) porre massima attenzione ai processi di regolamentazione delle banche che stanno contraendo ulteriormente il credito alle piccole imprese;

4) vigilare sulla declinazione dell’action plan sulla finanza sostenibile che, nato per agevolare percorsi di qualificazione delle imprese in direzione di nuovi modelli di business eco-compatibili, rischia di tradursi in un ulteriore elemento di selettività per l’accesso al credito delle imprese stesse.