Italia seconda dopo la Francia per donne manager e in cda

20

DonneROMA – Nel 2021 il rapporto tra il tasso disoccupazione delle donne di 25-49 anni con figli in età prescolare e il tasso di occupazione di quelle senza figli si attesta al 73%, in lieve diminuzione (-1,2 punti percentuali) rispetto all’anno precedente. Alla fine del 2021, l’Italia occupa la seconda posizione in Europa (38,8%) dopo la Francia (45,3%) per presenza femminile nei consigli di amministrazione e nei ruoli di alta dirigenza delle grandi società quotate in borsa.

Lo rivela l’Istat nel suo Rapporto sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 dell’Onu. Ancora ridotti i ruoli di amministratore delegato (1,9%) e presidente (3,5%), che rappresentano rispettivamente il 2,4% del valore totale di mercato delle imprese quotate e il 20,7% della capitalizzazione complessiva.

Nel 2021, 51,9 donne ogni 100mila si sono rivolte al numero verde 1522 perché vittime di violenza. L’aumento è generalizzato su tutto il territorio e cresce di oltre due punti percentuali rispetto al 2020. Nel 2020 sono stati commessi 116 omicidi di donne (111 nel 2019). Nell’83,6% dei casi l’omicidio è avvenuto in ambito domestico (da partner, da ex partner o altro parente).