“La Porta dei Sogni” su Rai 1 parte lo show con Mara Venier

la porta dei sogni Mara VenierVenerdì 20 dicembre in prima serata alle 21.20 la prima puntata con Andrea Bocelli, Aria e Antonino Cannavacciulo come ospiti

Mara Venier, già impegnata nel successo settimanale di “Domenica In”, è pronta a debuttare in prima serata con un nuovo programma in occasione delle festività natalizie. “La Porta dei Sogni”, il nuovo grande show emotainment che celebra i sogni, le storie e le emozioni delle persone.

Tre prime serate, a partire dal 20 dicembre in onda ogni venerdì, alle 21.20 su Rai1. Un gran galà della vita, uno show elegante, che grazie ad una spettacolare scenografia unisce la forza dello spettacolo al calore dell’emotainment classico. Mara Venier accompagnerà le persone nella realizzazione del sogno di una vita. Storie di trasformazione, ricongiungimento, perdono o gratitudine.

Emozioni forti, vere e autentiche si sveleranno dietro la porta dei sogni, l’elemento iconico ed identificativo del programma che permetterà ai protagonisti di passare magicamente dallo studio a qualsiasi luogo lontano nello spazio e nel tempo, per vivere esperienze uniche e realizzare i propri sogni.

Non mancheranno ospiti illustri del mondo dello spettacolo, che saranno protagonisti attivi nella realizzazione di alcuni sogni. Nella prima puntata ci saranno Andrea Bocelli, Arisa e Antonino Cannavacciuolo.

Sei le emozionanti storie al centro della prima puntata, in onda venerdì 20 dicembre, tra cui: un viaggio intercontinentale verso un amore lontano; una scalata spettacolare su una delle vette più alte d’Italia per raggiungere un traguardo importante; il regalo di un nuovo sogno di Natale per oltre cento bambini.

“La Porta dei Sogni” è prodotto da Rai1, in collaborazione con Banijay Italia. Un programma di: Cristiano Rinaldi e di Sabrina Bacalini, Davide Corallo, Nadia Forini, Yuri Grandone, Alessandra Guerra, Sara Lorenzini, Marco Luci, Alessandra Molinari, Lucia Ugatti. Scenografia: Susanna Aldinio. Regia: Roberto Croce. Regia esterne: Giacomo Frignani.