Landini: “Il prossimo anno deve essere l’avvio di un piano straordinario per creare lavoro”

Maurizio LandiniROMA – “Il prossimo anno deve essere l’avvio di un piano straordinario per creare lavoro, non per licenziare”. Lo ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, all’iniziativa “Futura: lavoro, ambiente, innovazione”, nel confronto con il premier Giuseppe Conte.

Il blocco dei licenziamenti e la proroga della cig fino alla prossima primavera è una scelta “molto importante e intelligente, che abbiamo fatto insieme con il consenso di tutti i soggetti, perché è il momento di dare un messaggio di protezione e di non lasciare solo nessuno, di non far chiudere le imprese ma anche di non licenziare nessuno”, ha detto Landini, ma bisogna anche “cominciare a progettare il futuro”.

Intanto i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri, sono stati convocati dal premier Giuseppe Conte per un confronto sulla legge di Bilancio, lunedì 16 novembre, nel pomeriggio. Lo si apprende da fonti sindacali.