Lavoro, il ministero: nel 2020 saldo negativo con -42.000 posti

41

ROMA – Nell’intero 2020 i contratti di lavoro attivati sono stati solo 42.000 in meno rispetto a quelli cessati. Lo rileva il ministero del Lavoro in uno studio con la Banca d’Italia sulle comunicazioni obbligatorie sul lavoro privato non agricolo ricordando che il saldo era stato positivo per quasi 300.000 posti di lavoro nel 2019.

Questo andamento risente del calo delle assunzioni (4,78 milioni nel 2020 -28%) e delle cessazioni (4,8 milioni, -24%)) legate al blocco dei licenziamenti e al crollo dei nuovi contratti a termine.

“I dati – afferma la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo (foto) – evidenziano la sostanziale stabilità del numero complessivo dei posti di lavoro. Le misure messe in campo dal Governo hanno contribuito ad arginare l’impatto negativo della crisi permettendo di preservare centinaia di migliaia di posti di lavoro che altrimenti sarebbero andati perduti”.