Maurizio Acerbo, segretario di Rifondazione Comunista, ricoverato in ospedale per Covid

ROMA – Dopo Nicola Zingaretti e Silvio Berlusconi, un altro leader politico italiano viene colpito dal coronavirus. Maurizio Acerbo, infatti, è stato ricoverato in ospedale a Pescara perché ha contratto il Covid 19. Il segretario nazionale di Rifondazione Comunista, ex parlamentare ed ex consigliere regionale, ha postato sul suo profilo Facebook un breve messaggio che non lascia spazio a interpretazioni: “Dall’ospedale di Pescara dove sono ricoverato – scrive Acerbo – ringrazio tutti per i messaggi di affetto e amicizia. #covid19”.

Secondo quanto riferisce l’agenzia Dire, Acerbo è stato ricoverato dopo essere risultato positivo al tampone che gli sarebbe stato fatto dopo essersi svegliato ieri con la febbre. In quarantena sono finiti anche il candidato sindaco di Avezzano (L’Aquila) Nicola Stornelli e il segretario regionale Marco Fars, che con Acerbo avevano partecipato due giorni fa a una cena pre-elettorale.