Migranti trovati morti su una spiaggia della Libia, Bellanova: “Non possiamo abituarci a perdere vite umane in questo modo”

27

ROMA – “Il mare Egeo si tinge di morte nei giorni del Natale. A perdere la vita, tra le 27 persone, anche un neonato e tre donne. L’intera Europa metta in campo un impegno costante e concreto per prevenire queste tragedie. Non possiamo abituarci a perdere vite umane in questo modo”.

Lo scrive la vice ministra alle infrastrutture Teresa Bellanova (Italia Viva) a proposito dell’ennesima tragedia avvenuta nel Mediterraneo, con i corpi esanimi di 27 migranti che sono stati trovati su una spiaggia della Libia.