Mine, Fico: “Auspico che il Parlamento giunga in tempi brevi ad approvazione legge”

Roberto Fico

ROMA – Di seguito la dichiarazione del presidente della Camera dei deputati Roberto Fico sulla Giornata mondiale per la promozione e l’assistenza all’azione contro le mine.

“Questa giornata è l’occasione per rinnovare senza esitazioni l’impegno nella lotta per l’eliminazione della minaccia delle mine e di ordigni inesplosi. A distanza di venti anni dall’entrata in vigore del Trattato di Ottawa le mine continuano a uccidere e mutilare in tutto il mondo. Secondo il Rapporto annuale dell’Osservatorio sulle mine, nel 2017 si stima che le persone uccise o ferite dallo scoppio di una mina o di altri residui bellici siano state più di settemila, oltre duemila quelle colpite da ordigni improvvisati. A farne le spese soprattutto la popolazione civile, con oltre l’ottanta per cento delle vittime, di cui quasi la metà sono bambini.

Questi dati dimostrano come l’obiettivo ‘zero mine’ prefissato per il 2025 è ancora molto lontano dall’essere raggiunto. Oltre alla imprescindibile opera di sensibilizzazione condotta dagli organismi internazionali nei confronti di quei Paesi che non hanno sottoscritto i trattati di messa al bando delle mine e di quelli che ne fanno ancora uso, si rende necessario colpire con ogni mezzo la produzione e commercializzazione di questi ordigni.

Il Parlamento italiano è impegnato nell’esame di un progetto di legge che reca misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo. Il mio auspicio è che si possa giungere in tempi brevi alla approvazione di questo importante provvedimento, che rappresenterebbe un ulteriore tassello nella lotta per porre fine a questa piaga”.