Oro flette in avvio di giornata a 1.839 dollari l’oncia

0

oro goldMILANO – Primi scambi mattutini in calo per l’oro. Il prezzo spot del metallo cede lo 0,5% a 1.839,3 dollari l’oncia. Borse europee in cauto rialzo a metà seduta, con il calo dell’inflazione dell’Eurozona, scesa a dicembre al 9,2%, che ha soddisfatto a metà gli investitori, complice una crescita dell’inflazione ‘core’, oltre le attese, al 5,2%. Milano, in rialzo dello 0,5%, indossa la maglia rosa davanti a Londra (+0,3%), Parigi (+0,2%) mentre Francoforte cede lo 0,02%, indebolita anche dal crollo del 5,3% degli ordini di fabbrica a dicembre.

Poco mossi anche i titoli di Stato, con lo spread Btp-Bund fermo a 202 punti base e il rendimento del decennale italiano stabile al 4,3%. La persistenza dell’inflazione ‘core’, a cui la Bce è molto attenta, non permette di trarre troppi auspici su un rallentamento della stretta monetaria. L’attenzione del mercato si sposta sui dati che alle 14.30 ora italiana arriveranno dagli Stati Uniti, dove sono attesi una frenata nella creazione di nuovi posti di lavoro e un tasso di disoccupazione stabile al 3,7%. Wall Street resta alla finestra con i future sui principali indici poco mossi.