Papa Francesco a Confindustria: no a imprenditori “mercenari”

21

Papa Francesco all'Aquila 9CITTA’ DEL VATICANO – “Nel mercato ci sono imprenditori ‘mercenari’ e imprenditori simili al buon pastore, che soffrono le stesse sofferenze dei loro lavoratori, che non fuggono davanti ai molti lupi che girano attorno. La gente sa riconoscere i buoni imprenditori. Lo abbiamo visto anche recentemente, alla morte di Alberto Balocco: tutta la comunità aziendale e civile era addolorata e ha manifestato stima e riconoscenza”. Lo ha detto oggi Papa Francesco nel corso dell’udienza in Vaticano concessa a Confindustria.

“Questo tempo non è un tempo facile, per voi e per tutti”. Francesco ha poi aggiunto che “anche il mondo dell’impresa sta soffrendo molto. La pandemia ha messo a dura prova tante attività produttive, tutto il sistema economico è stato ferito. E ora – ha aggiunto – si è aggiunta la guerra in Ucraina con la crisi energetica che ne sta derivando. In queste crisi soffre anche il buon imprenditore, che ha la responsabilità della sua azienda, dei posti di lavoro, che sente su di sé le incertezze e i rischi”.