Pd: Renzi, “Spero nell’unità del partito”

ROMA – “Il documento di Guerini in vista della direzione è una iniziativa che mira all’unità del partito: spero non vogliano cogliere pretesti per rompere”. E’ il senso del ragionamento che, a quanto si apprende da più di un presente, ha fatto Matteo Renzi ad alcuni senatori con cui si è trattenuto al termine dell’assemblea del gruppo. L’ex segretario, che su un governo con il M5S ha ribadito l’opinione espressa domenica in tv, si è augurato – a quanto viene riferito – che domani la direzione si chiuda in maniera unitaria, senza strappi.

“Non capisco come si possa pensare a un accordo di governo con i Cinque stelle”. Lo ha ribadito, a quanto si apprende da più di un presente, l’ex segretario del Pd Matteo Renzi in un colloquio con alcuni senatori Dem al termine della assemblea del gruppo al Senato. Nel corso della conversazione, intervallata da battute anche sul calcio e la Fiorentina, Renzi si è mostrato sorpreso dalla reazione nel partito all’intervista rilasciata domenica in tv su un eventuale governo con i Cinque stelle.

“Non mi sarei aspettato – è il senso del ragionamento – reazioni di questo tipo: è pazzesca la pretesa che non possa più dire la mia. Non possono pensare che, da senatore, io la smetta di dire quello che penso”.