Pramerica Sgr rinnova il consiglio di amministrazione, Massimo Capuano alla presidenza

MILANO – L’assemblea dei soci di Pramerica Sgr – società di gestione del risparmio con un patrimonio gestito di oltre 65 miliardi di Euro (al 31/12/2019), settimo operatore del mercato dell’asset management in Italia con una quota di mercato di quasi il 3% – ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione, affidando a Massimo Capuano la carica di Presidente.

Dopo un’esperienza pluriennale in IBM, in Ranx Xerox e in McKinsey & Company come senior partner, è stato per 12 anni Amministratore Delegato di Borsa Italiana. Successivamente Amministratore Delegato di Centrobanca e poi Presidente di IW Bank e dal 2016 Presidente della Coima Res SIIQ. È oggi anche Consigliere di Amministrazione di Humanitas S.p.A. e membro dell’Advisory Board di Save the Children.

A livello internazionale, ha operato in vari organismi, tra i quali la Federazione Mondiale delle Borse (World Federation of Exchanges) e la Federazione delle Borse Europee (FESE), ricoprendo in entrambe il ruolo di Presidente.

Profondo conoscitore delle tematiche di governance, è stato promotore di due versioni del Codice di Autodisciplina per il governo societario delle società quotate, agendo quale coordinatore del Comitato di Corporate Governance. Capuano subentra a Sergio Paci, Professore Emerito dell’Università Bocconi, che ha portato a conclusione il suo secondo mandato come Presidente, e al quale Pramerica e i soci esprimono un caloroso ringraziamento.

Nel Consiglio di Amministrazione di Pramerica SGR è stato inoltre nominato nuovo consigliere, Mario Cuccia. Ex McKinsey, Cuccia ha ricoperto ruoli ai vertici di primarie società nel settore dei servizi finanziari: è stato Direttore Generale di Banca Fideuram, Direttore Generale di Allianz S.p.A. e Presidente e Amministratore Delegato di Allianz Bank. I componenti del nuovo CdA di Pramerica SGR sono: Massimo Capuano, Andrea Ghidoni, Glenwyn Baptist, Mario Cuccia, Rossella Leidi, Luigi Migliavacca, Christopher Sciglitano, Marcella Sivilotti, Giovanni Zanoni.