Sequestro fondi Lega, Conte: “Ora l’attività del partito sarà difficile”

Giuseppe ConteROMA – Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, interviene dopo che il tribunale del Riesame di Genova ha accolto il ricorso della procura sul sequestro dei fondi della Lega in relazione alla truffa ai danni dello stato, stimata in 49 milioni, per rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010.

“Ne prendo atto ma non commento, da avvocato lo avrei fatto. E prendo atto che ora per un partito politico sarà difficile svolgere attività politica”, ha detto Conte.

Rispondendo a chi gli chiede se ci saranno ripercussioni sul governo dopo la sentenza, il premier ha poi dichiarato: “Direi di no”.