Silvestrini (Cna): “L’Italia riparte dalle imprese artigiane, ma servono riforme e visione”

23

ROMA – “Il mondo dell’artigianato e della piccola impresa ha dato prova di una straordinaria capacità di resistenza nella crisi provocata dalla pandemia e può offrire un prezioso contributo per la ripartenza dell’Italia. Le nostre imprese non pensano a licenziare ma a rilanciare le attività”. È quanto ha sottolineato Sergio Silvestrini, Segretario Generale della Cna, in occasione della tavola rotonda dal titolo “Il lavoro artigiano per l’Italia che riparte” alla quale hanno partecipato il presidente del Cnel, Tiziano Treu, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil e rappresentanti delle altre associazioni artigiane.

Silvestrini ha messo in risalto che durante la crisi gli strumenti della bilateralità hanno funzionato in modo efficiente. “Un sistema privatistico che ha saputo integrare il sistema pubblico” ha detto il Segretario Generale della CNA sottolineando il rapporto positivo con i sindacati. “Anche in un anno di crisi continuiamo a rinnovare i contratti”.