Tavolo latte in Sardegna, il punto di Confagricoltura

latte

Giansanti: “Neccessario continuare a lavorare per un prezzo equio e assicurare un futuro al comparto”

Confagricoltura ha partecipato oggi assieme al ministro Centinaio ed alle altre sigle del mondo agricolo ai lavori del tavolo latte in Sardegna per trovare una soluzione al problema di mercato del latte ovino. All’incontro era presente anche il presidente nazionale Massimiliano Giansanti.

“Stiamo lavorando – ha affermato il presidente Giansanti – per individuare gli strumenti più idonei per assicurare una prospettiva di aumento del prezzo del latte che consenta condizioni più eque per i produttori e la tenuta complessiva di un comparto vitale per l’economia della regione. Un comparto strategico che vale oltre 400 milioni di euro solo come latte e carni prodotte e che in Sardegna concentra oltre la metà del valore della produzione, 13mila allevamenti e 3,4 milioni di capi, quindi circa la metà del patrimonio zootecnico ovino ed un quarto degli allevamenti nazionali sono nell’Isola.

Nei prossimi giorni e fino alla prossima riunione del tavolo, convocata a Roma il 21 febbraio – ha aggiunto il presidente di Confagricoltura – continueremo la nostra attività sindacale accanto agli allevatori e di rappresentanza di fonte ai soggetti istituzionali che stanno in questo momento prestando attenzione al problema, lavorando a soluzioni concrete e di immediata applicazione mettendo a disposizione risorse”.