TikTok si difende dalle accuse degli Usa e apre sito e profilo Twitter

ROMA – TikTok rafforza la propria difesa dalle accuse degli Stati Uniti, che indicano nella app cinese una minaccia alla sicurezza nazionale. Per rispondere a “pettegolezzi e disinformazione”, il social ha lanciato un sito informativo che si pone come “fonte di verità”. Ha inoltre aperto un account su Twitter per condividere notizie sulla società in tempo reale.

“Con i pettegolezzi e la disinformazione su TikTok che proliferano a Washington e nei media, mettiamo le cose in chiaro”, si legge sul sito che raccoglie notizie sulla app. “TikTok non è disponibile in Cina. I dati degli utenti statunitensi sono archiviati in Virginia, con un backup a Singapore e controlli rigorosi sull’accesso dei dipendenti”, scrive il social. “TikTok non ha mai fornito dati degli utenti statunitensi al governo cinese, né lo farebbe se richiesto. Ogni insinuazione in senso contrario è infondata e palesemente falsa”.

Il sito, accanto ai comunicati di TikTok, raccoglie articoli di stampa e opinioni di esperti e accademici favorevoli alla app.