Tim vola in Borsa con l’ipotesi della rinuncia al controllo della rete unica

92

MILANO – L’ipotesi che Tim possa rinunciare al controllo della società della rete unica con Open Fiber, di cui inizialmente doveva avere il 51%, mette le ali al titolo in Borsa che arriva a guadagnare fino al 6% per poi ridurre i guadagni nel finale.

L’indiscrezione di Bloomberg, che arriva dopo una serie di ribassi del titolo a seguito dei risultati deludenti nei 9 mesi, ha costretto Tim a precisare che il tema non è stato oggetto di discussione in Cda né sono state prese decisioni al riguardo. Ma un consiglio di amministrazione straordinario è già in agenda per l’11 novembre.