Traffico nel secondo fine settimana di agosto: ecco come è andata

22

traffico a2

Flussi particolarmente intensi in direzione sud, sulle principali direttrici verso le località di villeggiatura e in uscita dai centri urbani

ROMA – Si avvia a conclusione il secondo fine settimana di agosto che ha confermato le previsioni da bollino nero per la mattina di sabato con traffico molto intenso in direzione sud sulle principali direttrici verso le località di villeggiatura, in particolare lungo le dorsali adriatica, tirrenica e jonica e in uscita dai centri urbani. Bollino rosso dal pomeriggio di sabato e per tutta la giornata di domenica con traffico intenso ma generalmente scorrevole sui 32 mila chilometri di rete stradale e autostradale in gestione Anas (Gruppo FS Italiane).

I flussi veicolari consistenti del fine settimana sono cominciati già venerdì 6 agosto con traffico sostenuto sull’autostrada A2 “Autostrada del Mediterraneo”, in avvicinamento agli imbarchi di Villa San Giovanni, e in Sicilia lungo le autostrade A19 “Palermo-Catania” e A29 “Palermo-Mazara del Vallo”. Volumi di traffico in forte aumento nella mattina di sabato in direzione delle principali località balneari e turistiche della penisola, in particolare sulla statale 16 “Adriatica” che collega le regioni del Molise, Abruzzo, Emilia-Romagna e Veneto e sull’autostrada A2 “Autostrada del Mediterraneo” dove i tempi di attesa agli imbarchi per la Sicilia si sono attestati, sia sabato che domenica, oltre le tre ore. Il personale di Anas si è impegnato a prestare assistenza agli automobilisti distribuendo bottigliette d’acqua.

Sempre in Puglia traffico sostenuto per i vacanzieri diretti al Gargano lungo le statali 613 “Brindisi-Lecce”, 379 “Egnazia e delle Terme di Torre Canne”, 693 “dei Laghi di Lesina e Varano” e sulla Tangenziale Ovest di Lecce, senza tuttavia particolari disagi. Traffico intenso anche in Veneto sulle statali 12 “dell’Abetone e del Brennero”, 47 “della Valsugana” e 51 “di Alemagna”, in Emilia Romagna sulla statale 3 bis “Tiberina”, in Toscana sulla 223 “di Paganico”, in Abruzzo sulle statali 17 “dell’Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitico”, 83 “Marsicana”, e 84 “Frentana” e in Sicilia lungo la Tangenziale Ovest di Catania e sulle autostrade A19 “Palermo-Catania” e A29 “Palermo-Mazara del Vallo”. In Sardegna i maggiori flussi di traffico sono stati registrati in particolare nella giornata di sabato sulla statale 125 Var “Orientale Sarda” e sulla statale 554 “Cagliaritana”.

Traffico intenso nella giornata di domenica anche in Piemonte sulla statale 28 “del Colle di Nava” e in Campania sulla statale 163 “Amalfitana”.

Il fine settimana è stato caratterizzato dagli incendi che si sono sviluppati in prossimità della sede stradale lungo la statale 148 “Pontina” a Latina, in Sicilia lungo la carreggiata nord dell’autostrada A29 “Palermo-Mazara del Vallo” all’altezza di Gibellina, in provincia di Trapani e lungo la statale 624 “Palermo-Sciacca” a Poggioreale. Traffico rallentato causa incendi prossimi alla carreggiata anche in Basilicata lungo le statali 655 “Bradanica” e 658 “Potenza-Melfi” e in Puglia lungo la SS17 a Lucera, in provincia di Foggia.

Tra ieri e oggi, inoltre, il traffico ha subito dei rallentamenti lungo le direttrici sud a causa della perdita di carico da parte di mezzi pesanti in transito. In particolare, le code si sono registrate ieri pomeriggio nel tratto salernitano dell’Autostrada A2 e questa mattina lungo la tangenziale di Bari all’altezza del km 806,650.

Si ricorda che il divieto di transito dei mezzi pesanti resterà in vigore fino alle 22:00 di oggi.

Un viaggio informato

Per un viaggio informato le notizie sulla viabilità sono disponibili al link www.stradeanas.it/infotraffico e attraverso i canali social corporate (Facebook.com/stradeanas e gli account Twitter @stradeanas, @VAIstradeanas e @clientiAnas) seguendo l’hashtag #esodoestivo2021.

Le informazioni sul traffico sono inoltre disponibili sui seguenti canali:

– VAI (Viabilità Anas Integrata) all’indirizzo www.stradeanas.it/info-viabilità/vai;

– APP “VAI” di Anas, scaricabile gratuitamente in “App store” e in “Play store”;

– CCISS Viaggiare Informati del Ministero delle Infrastrutture al quale Anas partecipa attivamente con risorse dedicate e dati sul traffico;

– Numero verde Pronto Anas 800.841.148 del Servizio Clienti Anas per parlare con un operatore h24 e avere informazioni sulla viabilità in tempo reale. Inoltre digitando il tasto 5 si può avere una panoramica sullo stato del traffico sulla rete con la posizione dei cantieri, con il tasto 0 è disponibile la situazione previsionale del fine settimana.

– Live Chat del Servizio Clienti all’indirizzo www.stradeanas.it per parlare con un operatore dalle 8.00 alle 20.00 e avere anche informazioni sulla viabilità in tempo reale e sui cantieri inamovibili.

Bollettini di viabilità sono trasmessi su Tgcom24 e sulle radio partner di Anas: Rai Isoradio, Radio Italia (nazionale).

Campagne sicurezza stradale

Per richiamare l’attenzione sulla sicurezza stradale Anas promuove anche quest’anno, in collaborazione con la Polizia di Stato, la campagna di comunicazione #GUIDAeBASTA per sensibilizzare gli utenti della strada a essere prudenti e concentrati mentre si è al volante. La campagna è dedicata ai rischi che derivano dalla distrazione, dalle cattive abitudini alla guida e dal mancato rispetto delle regole del Codice della Strada.

#AMAMIeBASTA contro l’abbandono degli animali lungo le strade

I cantonieri di Anas salvano ogni giorno moltissimi cani che ancora vengono abbandonati lungo le strade italiane, garantendo la loro sicurezza e quella degli automobilisti. Ecco perché anche quest’anno Anas promuove la campagna #AMAMIeBASTA, ideata insieme a LNDC Lega nazionale per la difesa del cane, e finalizzata alla lotta contro gli incidenti provocati dall’abbandono degli animali domestici in strada con l’obiettivo di garantire maggior sicurezza a chi si mette in viaggio. In Italia, infatti, ogni anno si registrano migliaia di incidenti stradali, anche mortali, causati da animali abbandonati, fenomeno che aumenta durante i periodi estivi.

Foto di repertorio