Truffa dello specchietto, 10 denunce in provincia di Gorizia

Carabinieri volanteGORIZIA – Dieci persone di origine siciliana sono state denunciate dai Carabinieri del Norm di Gradisca d’Isonzo (Gorizia) per l’ipotesi di reato di truffa. L’indagine, durata circa due mesi e coordinata dalla Procura della Repubblica di Gorizia, ha permesso di venire a capo di una serie di reati, commessi soprattutto ai danni di persone anziane.

I truffatori colpivano con un sasso o uno spazzolino la vettura del malcapitato in transito, per poi rincorrerlo ed esigere un immediato risarcimento per il danno che un presunto urto tra i rispettivi veicoli avrebbe arrecato al loro specchietto.

Spesso la tecnica è andata a buon fine e in alcune circostanze le vittime, non avendo disponibilità di contanti, sono state costrette a recarsi a uno sportello bancomat, pur di saldare subito e scongiurare così l’aumento del premio assicurativo. Nei giorni scorsi il blitz delle forze dell’ordine ha permesso di fermare il gruppo mentre, a bordo di alcune auto, era in procinto di lasciare la provincia.