Landini: “Capire le politiche che ci hanno portato a questa crisi”

75

Maurizio LandiniROMA – No alla guerra ma bisogna capire le ragioni che dalla caduta del Muro hanno nutrito le spinte nazionaliste: lo dice il segretario della Cgil, Maurizio Landini, dal palco della manifestazione contro la guerra in Ucraina a piazza SS Apostoli.

“Noi – aggiunge – dobbiamo porci il tema di come fino a quando quella guerra non sarà bloccata e non ci sarà il ritiro delle truppe dall’Ucraina non possiamo abbassare la testa e non possiamo stare in silenzio o inerti a vedere quello che sta succedendo. E proprio perché dico che non si possono avere mezze misure nei confronti di Putin credo che dobbiamo capire le ragioni di questa crisi. Dalla caduta del muro di Berlino che avrebbe potuto aprire una reale unificazione europea, una reale unificazione dei popoli, di storie di culture, in realtà è andata avanti una scelta di altra natura. Quello che è avvenuto è che si sono determinate delle politiche che hanno favorito la crescita di logiche nazionaliste, populiste. E forse proprio questa insicurezza che ha provocato la spinta imperialista di Putin, oggi tocchiamo con mano quali problemi può determinare”.