Uomo minaccia passeggeri sul volo Tirana-Roma, scatta l’atterraggio d’emergenza

ROMA – 40 minuti di paura per i passeggeri del volo Blue Express Panorama partito ieri alle 16,45 da Tirana e diretto a Roma-Fiumicino. Un passeggero albanese di circa 30 anni dopo pochi minuti dal decollo ha cominciato a dare in escandescenza con urla rabbiose e minacce rivolte ai passeggeri terrorizzati. Poi si è rivolto contro il padre che gli sedeva vicino e ha preso a picchiarlo in volto ripetutamente. Sono intervenuti alcuni passeggeri e il personale di bordo per cercare di calmarlo, ma l’uomo era sempre più agitato.

Vedendo che gli atti violenti contro l’anziano padre e le minacce si ripetevano pericolosamente è intervenuta anche una passeggera seduta lì vicino, Simona Gori, direttore generale dell’azienda italiana Consulcesi Group, che è riuscita a calmare l’uomo a tratti facendolo parlare dei suoi problemi anche grazie alle tecniche acquisite di coaching e relazioni interpersonali.

“All’inizio ho avuto un po’ di paura perché quel ragazzo minacciava i passeggeri dicendo di avere una pistola. Era molto agitato, urlava forte, dava pugni in faccia la padre che cercava di fermarlo. Ma ho capito che aveva bisogno di parlare, e lui stesso gridava cercando aiuto alle donne italiane che erano sul volo”, ha raccontato Simona Gori. “Diceva di avere un debito di 40mila euro e che gli avevano rubato la moglie. Mi sono decisa a intervenire, gli ho chiesto come potevo aiutarlo, l’ho sollecitato a raccontarmi la sua storia”, ricostruisce la manager. L’aereo ha poi effettuato un atterraggio d’emergenza a Pescara, dove l’uomo è stato arrestato e il padre subito portato in ospedale.