WindTre sostiene l’apertura di un nuovo Centro Anti Violenza al Policlinico Gemelli

13

ROMA – “L’impegno nel contrasto alla violenza di genere non si esaurisce il 25 novembre, ma è una responsabilità da assumersi ogni giorno”. Lo afferma Rossella Gangi, Direttrice Human Resources di WINDTRE, in occasione dell’annuncio della prossima apertura del Centro Anti Violenza (CAV) all’interno del Policlinico Gemelli, realizzato con il sostegno dell’azienda di telecomunicazioni che, attraverso la donazione a favore della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, intende confermare il proprio impegno per promuovere l’inclusione e la parità di genere.

“L’apertura del Centro Anti Violenza insieme alla Fondazione Policlinico Gemelli e all’Associazione Assolei, prosegue la manager, è un primo passo per offrire un aiuto concreto alle donne e per sostenere una cultura consapevole sulle diverse forme di violenza, anche quella digitale, con particolare attenzione alle future generazioni”.

L’iniziativa è in linea con i valori e con il purpose di WINDTRE che da sempre crede nell’inclusione e nella parità di genere, tanto da averla inserita tra gli obiettivi del proprio piano di sostenibilità. A conferma dell’attenzione verso il tema della responsabilità digitale, il progetto verrà ulteriormente sviluppato con interventi di informazione e sensibilizzazione sui temi della violenza di genere, rivolti soprattutto ai giovani. Un percorso in continuità con iniziative di successo già avviate dall’azienda, come il video #VocealleGamer che affronta l’argomento della discriminazione nei confronti delle donne nel contesto del gaming.