Hamilton campione del mondo per la quarta volta e raggiunge proprio Vettel

f1-lewis-hamilton-mercedesMancava solo la certezza matematica ed è arrivata anche quella dopo il Gran Premio del Messico: Lewis Hamilton si è laureato campione del mondo piloti della Formula 1 2017. La gara ha avuto un andamento decisamente imprevisto. Dopo la partenza infatti proprio Hamilton è stato colpito dal suo rivale Sebastian Vettel nel pieno di uno scontro per prendere il vertice della corsa. A quel punto entrambi i piloti sono dovuti rientrare ai box: il ferrarista per cambiare il musetto, il pilota inglese per cambiare la gomma destra posteriore.

Dalle retrovie i due sono riusciti di giro in giro a riguadagnare posizioni con Vettel che chiudeva la gara in quarta posizione ed Hamilton in nona posizione. Con questa graduatoria finale il britannico si laurea campione del mondo dopo aver portato già la Mercedes, anche grazie ai punti del compagno di squadra Bottas, a vincere la classifica costruttori.

A questo punto gli ultimi due gran premi di Brasile e Abu Dhabi saranno soltanto delle passerelle oltre che l’occasione per quei piloti che ancora non sanno il loro destino per la prossima stagione, di mettersi il più possibile in luce.

La prossima stagione sarà ancora più esaltante perché con il mondiale vinto quest’anno, Lewis Hamilton aggancia proprio Sebastian Vettel sul podio dei piloti che hanno vinto più titoli mondiali. I due infatti sono appaiati a quota quattro insieme ad un altro grandissimo come il francese Alain Prost.

In seconda posizione c’è il leggendario Juan Manuel Fangio e poi a sette un pilota ancora nei cuori di tutti gli italiani e non solo: Michael Schumacher. La stagione 2018 sarà dunque un testa e testa che avrà ancora maggiore importanza per la carriera dei due piloti. Ad oggi sarebbe difficile scommettere su uno o l’altro in un sito di scommesse sportive pronto a darci un bonus di benvenuto come il Codice Promozionale Snai.

Quest’anno ha vinto Hamilton indubbiamente ma la sua vittoria è stata caratterizzata sia da un po’ di fortuna (vedi lo scontro ad inizio gara tra lo stesso Vettel, Raikkonen e e Vestappen nel gran premio di Singapore) e da una perdita di affidabilità della Ferrari a metà stagione quasi incomprensibile.

Insomma chi vince parte sempre con il favore dei pronostici, anche perché il regolamento della Formula 1 sarà modificato veramente poco per la prossima stagione, ma Vettel ha dimostrato di non essere così lontano da Hamilton ed immaginiamo già che saranno scintille nel 2018. E poi non dimentichiamoci possibili sorprese.

Indubbiamente il più probabile terzo incomodo sembra essere il già citato Max Verstappen che ha vinto proprio il Gran Premio del Messico. Indubbiamente il pilota olandese ha dimostrato di avere la stoffa del grande campione. Ha bisogno soltanto di placare un po’ gli ardori giovanile e gestire meglio le sue doti.

Chissà che l’anno prossimo, con un po’ di maturità acquisita possa veramente mettere in discussione la vittoria finale che ad oggi sembra essere nuovamente un testa a testa fra i due quattro volte campioni del mondo che vorranno sicuramente arrivare alla leggende Fangio il prossimo anno…

PR