Prince, la famiglia fa causa all’ospedale e alla farmacia

Prince NEW YORK – Nuovo capitolo nel libro sulla morte di Prince: alcuni membri della sua famiglia hanno deciso di fare causa ad un ospedale per omicidio colposo. In particolare sotto accusa è finito il Trinity Medical Center in Illinois dove l’artista fu ricoverato il 15 aprile 2016 dopo essersi sentito male mentre era a bordo del suo jet privato.

Secondo le motivazioni, i medici non curarono in modo appropriato l’inizio dell’overdose. Prince fu rianimato dai paramedici sulla pista dopo un’atterraggio di emergenza, morì una settimana dopo per un’altra overdose nella sua casa in Minnesota.

Sotto accusa anche due farmacisti della catena Walgreens per avere consegnato il farmaco sbagliato. Proprio la scorsa settimana, non a caso, un procuratore del Minnesota ha attributo la causa della morte dell’artista all’uso di un antidolorifico oppiaceo sotto forma di Percocet falso, ma non si è potuto procedere a incriminazioni perché non si sa da dove siano venute le pillole, prescritte a nome di un’altra persona.