Quando la natura si risveglia … comincia la festa!

risveglio primaveraCome si accoglie nel mondo l’arrivo della primavera

L’ingresso della Primavera vanta innumerevoli riti. Nello Yucatan la festa si può ammirare nel tempio Maya: con un gioco di luci e ombre compare una figura di serpente (Kukulkan). In Afghanistan c’è il Nowruz (nuovo giorno) per tredici giorni consecutivi mentre nella città di Nandgaon e Barsana comincia il lath mar holi che si svolge quando donne e ragazze si divertono a “percuotere per finta” con bastoni gli uomini presenti in città per una sorta di rivincita, infatti il Dio Krishna aveva preso in giro Radha e le amiche. In Bulgaria c’è il “Kukeri” per soli uomini che indossano campane e vestiti di pecora.

4700 anni fà già si festeggiava

La più remota festività è quella di Sham El Nessim (4700 anni fà) ricordata in Egitto il cui significato è “fiutare il vento”. Nell’isola di Bali si celebra il Nyepy Day (giorno del silenzio che conclude l’anno induista-animista) con travestimenti giganteschi in cartapesta (raffiguranti le divinità): la singolarità è quella di vedere le strade deserte, le persone che non usano il telefono e le insegne dei negozi spente. Gli abitanti, in realtà, ritengono che per ingannare gli spiriti maligni sia necessario far pensare che la città sia disabitata almeno… fino al giorno dopo in cui tutto si rianima per partecipare con balli alla sfilata di manichini di Ogoh Ogoh che verranno poi bruciati. A Budapest c’è l’Haft Sin (sette s) poichè sono sette i piatti che vengono messi sui tavoli.

Cosa fanno i popoli del Sol Levante?

In Cina i festeggiamenti durano a lungo e capitano nel primo giorno del mese lunare (12°) ma i giorni più rilevanti sono i primi tre e quello precedente. Molte persone preparano deliziosi piatti come, ad esempio, i semi di lacrime di Job, semi di loto, lontan, la zuppa di laba, lamponi di giuggiole. In Giappone vengono messi in risalto i colori e i profumi dei fiori l“hanani” che significa “contemplazione dei fiori” (festa derivante dall’epoca tang).

E l’Italia come dà il benvenuto alla Primavera?

In Italia si possono visitare vari mercatini e a Serracapriola la popolazione si diverte a racimolare dei ceppi per farne falò qualche giorno prima dell’arrivo della stagione. Il popolo calabrese, ripercorrrendo le usanze dei Saturnali Latini, si diletta offrendo pietanze (l’invitu) il cui ingrediente principale sono i ceci e allestendo tavolate.