A Sanremo scoppia il caso Amadeus: il conduttore lascia?

44

SANREMO – Scoppia il caso Amadeus. Secondo alcuni organi di stampa, il direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2021 sarebbe pronto a rimettere il suo mandato dopo un tweet del ministro Dario Franceschini sul divieto ai figuranti in sala per l’Ariston. Amadeus, infatti, in questi mesi ha più volte ribadito che per lui il Festival doveva svolgersi con la presenza del pubblico. Oggi, però, è arrivata la doccia fredda da parte del ministro della cultura: Il Teatro Ariston di Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro Speranza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile”.

Ma le polemiche non finiscono qui. Ieri, nel giorno in cui Amadeus aveva annunciato – in un’intervista alla Stampa – che Naomi Campbell sarerebbe stata co-conduttrice della prima serata, era esplosa la grana Ibrahimovic. Dopo la lite in campo con Lukaku alla fine del primo tempo del derby di Coppa Italia tra Inter e Milan, con tanto di insulti e di (successiva) espulsione per il fuoriclasse svedese del Milan, in tanti sul web chiedono che Ibra venga escluso dal cast di Sanremo dove è stato annunciato come ospite fisso.

Ibra, nonostante la sua precisazione in cui ha assolutamente negato di essere razzista, viene comunque bersagliato dalla Rete. E parla di “insulti razzisti” anche il vicepresidente del Senato, Ignazio La Russa, che nota: “L’obiettivo è l’audience, l’audience vince su tutto. Figurarsi se levano Ibra che dopo questa lite è ancora più popolare. Anzi, credo che chiederà un aumento di cachet”.