“Aesthetic Chaos”, il nuovo EP di Diego Random: “Parlo del mio caos”

22

“Aesthetic Chaos è il mio nuovo EP ed è interamente in collaborazione con DeadlyCombination (Davide Ciruolo), il producer col quale lavoro da ormai quasi un anno”

diego randomSu tutte le piattaforme digitali è disponibile “Aesthetic Chaos”, il nuovo EP di Diego Random. Aesthetic Chaos è stato registrato, mixato e masterizzato presso il Souledge Recording Studio di Grugliasco (TO) di Dario Basile e interamente prodotto da DeadlyCombination. La cover art è stata realizzata da Enrico Osella e le fotografie da Samuele Goglio. I videoclip ufficiali nascono da idee di Diego Random (Diego Gervasio) e vengono sviluppati insieme al videomaker SpakaFra (Francesco Rossetto), che si occupa anche delle riprese e del montaggio. Il titolo rappresenta l’attitudine che ha avuto l’artista nel trasformare i suoi momenti di caos in qualcosa di estetico, traendone ispirazione per un riscatto personale e rendendoli quindi costruttivi attraverso l’arte, la musica e la scrittura. È un progetto composto da 6 tracce che percorrono sound diversi e trovano il filo conduttore nei testi e nei concetti espressi.

Diego Random ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Aesthetic Chaos”è il nuovo Ep, di che cosa i tratta?

Parlo del mio caos, è un progetto personale che però reputo abbia la capacità di essere di tutti. Racconto emozioni che sicuramente non sono stato l’unico a vivere e i primi feedback che sto ricevendo mi stanno dando la conferma. Il concept di base tratta della capacità che ho avuto nel rendere estetico il mio caos, attraverso l’arte, la musica e le canzoni.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Non mi sono imposto nulla di specifico da trasmettere. La mia missione era di quella di trasmettere emozioni, di tutti i tipi, lo reputo fondamentale nell’arte. Ognuno potrà essere colpito da cose diverse, in base al momento in cui ascolta l’EP e lo stato d’animo che prova in quel momento.

L’Ep è realizzato interamente in collaborazione con DeadlyCombination, com’è nato questo connubio?

DeadlyCombination, Davide, lo conobbi durante la prima quarantena, tramite amicizie in comune. Da subito nacque in entrambi la voglia e l’interesse di fondere i nostri mondi musicali, collaborando. Ci troviamo molto bene a lavorare assieme, abbiamo tanti sogni e desideri in comune, primo tra tutti la voglia di fare musica di qualità e piena di emozioni.