Allenamento in acqua, ecco quali sono i benefici principali

nuoto

Da un aumento della forza muscolare al bruciare un alto numero di calorie: questi, ma anche altri, sono i benefici più importanti secondo gli esperti

Che sia alla sera, dopo un’intensa giornata al lavoro, o durante il week-end per tenersi in forma, fare sport aiuta il proprio fisico a mantenersi in salute. Farlo in acqua, poi, secondo quanto sostengono gli esperti, porta numerosi benefici. Da un aumento della forza muscolare al bruciare un buon numero di calorie, passando per la riduzione della pressione del sangue e l’attenuazione di stress e stanchezza.

È quanto riporta In a Bottle (www.inabottle.it) in un focus sul rapporto tra acqua e benessere.

Ecco i benefici più importanti secondo Samir Becic, uno dei più rinomati Fitness Trainer al mondo, autore del libro “ReSYNC Your Life: 28 Days to a Stronger, Leaner, Smarter, Happier You”.

Aumento della forza muscolare. L’acqua è un elemento della Natura che scorre e che produce “movimenti” che non possono essere prevedibili: dato che può fluire nelle direzioni più disparate, chi fa esercizio fisico in acqua ottiene un risultato finale, a livello fisico, in cui i muscoli guadagnano in forza, flessibilità ed agilità;

Si bruciano tante calorie. Il corpo umano arriverebbe a bruciare tra le 400 e le 500 calorie, in un’ora di tempo, facendo un certo tipo di esercizio. Quest’ultimo dipende da alcuni fattori, come per esempio il tipo di attività “cardio”, i pesi utilizzati, la temperatura dell’acqua.

Riduzione della pressione del sangue. La pressione dell’acqua funziona anche con il sangue, consentendo a quest’ultimo di circolare in modo più efficace in tutto il corpo umano e riducendo di conseguenza la pressione sanguigna. Allo stesso tempo, poi, continuando con l’esercizio fisico, diminuisce anche la frequenza cardiaca a riposo.

Diminuzione di stress ed ansietà. Guardare dei corpi che fanno del movimento in acqua potrebbe essere una delle attività più rilassanti a cui prendere parte, come anche del resto farlo in prima persona, magari al largo di un’isola mentre si è in vacanza. Da uno studio del 2007, condotto in Polonia, è emerso inoltre che l’allenamento in acqua diminuisce sensibilmente stati d’ansia ed il cattivo umore nelle donne.

Esercizio a basso impatto. Il corpo umano, quando è in acqua, non è soggetto alla forza di gravità: l’impatto che le nostre articolazioni subiscono quando siamo “immersi”, quindi, è meno gravoso rispetto a quello di quando si corre sulla terraferma. Questo vantaggio, inoltre, si rivela molto utile per tutte quelle persone che soffrono, ad esempio, di artrite o di coloro che si trovano in una fase di riabilitazione fisica post-intervento.