È su Youtube il video di “Alma Goodbye” il singolo di Leandro Barsotti

87

leandro barsotti

“Un’altra storia mai finita, mai cominciata, mai vissuta, eppure la storia è lì: dal tavolo di un bar agli asciugamani sulla sabbia; dalla matita di rimmel, al tramonto del martedì. Rimane il senso dell’impermanenza delle cose, come degli amori”

È su Youtube il video di “Alma Goodbye” il nuovo singolo, già in radio e in digitale, di Leandro Barsotti che torna a cantare l’amore e il suo mistero. Il brano, composto insieme a Francesco Mignogna, pubblicato da Azzurra Music.

Leandro Barsotti ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“È su Youtube il video di “Alma Goodbye” il tuo nuovo singolo, come si caratterizza?

E’ una canzone d’amore nella mia tradizione cantautorale, ho cercato l’eleganza nel linguaggio. Più che una storia d’amore, assomiglia a un sogno, dove le cose accadono ma assumono un senso diverso. Qui c’è un amore che vive in una dimensione parallela a quella reale. Così anche nel video si seguono le vicende di due persone che non si incontrano mai ma che hanno metaforicamente in comune un cuore.

Che tipo di riscontri ti aspetti?

Non è facile rispondere a questa domanda. Questa canzone l’ho scritta consapevole che l’attuale musica leggera italiana viaggia in una direzione molto diversa da ciò che scrivo. Tuttavia sono anche certo che c’è ancora un pubblico che ama la canzone d’autore intesa nella sua forma più poetica.

Cosa vuoi comunicare con il brano?

Che noi non siamo solo i nostri pensieri e la nostra materia. Che siamo soprattutto anima, esperienza spirituale. Che l’amore è la più grande forza di trasformazione del nostro vivere. E che può esserci una storia d’amore nell’anima, al di là della nostra percezione della realtà.

Per te tante partecipazioni importanti, tra cui il Premio Tenco e il Festival di Sanremo, cosa ti è rimasto di queste esperienze?

Le grandi esperienze della mia vita mi hanno aiutato a cambiare, a migliorare come persona, a capire e diventare chi sono. Il Tenco è stata la mia primissima uscita ufficiale nel mondo della canzone, e ricordo l’emozione di trovarmi alle prove sul palco con De Andrè. A Sanremo sono stato due volte, la prima rimane l’esperienza più popolare che abbia vissuto.