Brunacci ci parla del suo nuovo singolo “Film d’animazione”

28

brunacci

Il cantautore spiega il senso del suo nuovo brano “Film d’animazione” con una frase breve, semplice ma super efficace: “Il contrario del gioco non è ciò che è serio, bensì ciò che è reale”

Dal 7 maggio è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Film d’animazione”, il nuovo singolo di Brunacci. Più il tempo passa, più cresciamo, e più ci abituiamo a qualunque cosa, non ci stupisce più niente. Ma vi ricordate quando da bambini chiedevamo ai nostri genitori il perché di tutto? Come funziona la corrente? Perché piove? Perché? Perché? Perché? Questo è quello di cui parla Brunacci nel suo nuovo singolo, “Film d’animazione”. Il brano è stato scritto con la semplicità delle parole proprie dei bambini. L’abitudine alle cose ci fa perdere il piacere di osservarle lasciandoci sorprendere: questo brano ci invita a “tornare indietro” e a pensare come i bambini, che trovano il tutto nel nulla, al contrario degli adulti che trovano il nulla nel tutto.

Brunacci ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Film d’animazione” è il tuo nuovo brano, di che cosa si tratta?

Film d’animazione è una canzone che ci spinge a ricordare come i bambini affrontano i problemi e come vedono il mondo, cosa che da grandi spesso ci perdiamo.

Cosa vuoi comunicare con questo brano?

La convinzione che l’attitudine e l’innocenza con cui osserviamo il mondo da piccoli sia il modo migliore e più vero di capire le cose, anche se spesso ce ne scordiamo.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Credo che questa canzone, se capita e letta tra le righe, abbia molto potenziale e ciò a cui aspiro è provare a comunicare con più persone possibili, essere ascoltato e capito.

Come nasce il tuo progetto musicale?

Nasce come un gioco, continua ad essere così, perchè io amo tutto questo. Nasce da un bisogno e vive grazie a tutte le persone che sono incluse in questo progetto, senza le quali non sarei a questo punto.