Cala il sipario sui Tramonti di Porto Flavia con il concerto del Trio Quirós

25

IGLESIAS – Ultimo imperdibile appuntamento con i Tramonti di Porto Flavia, rassegna musicale organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore.

Stasera, nell’ex area mineraria di Masua (Iglesias), alle ore 20.30 calerà il sipario con il concerto del Trio Quirós dal titolo “America”. Saliranno sul palco il soprano Francesca Adamo Sollima, accompagnata dal mandolino di Mauro Schembri e dalla fisarmonica di Fernando Mangifesta, sulle musiche di R.Hahn, A.Chloris, K.Weill, A. Piazzolla, Ramirez, E. Angulo, G. Gershwin, L. Bernstein.

Il Trio nasce nel 2018 dall’amicizia dei tre giovani musicisti e dalla curiosità di esplorare nuove sonorità e possibilità ritmiche ed espressive. Il repertorio proposto, in cui la voce si muove in maniera fluida e si adatta a stili e a linguaggi differenti con estrema flessibilità, spazia con disinvoltura all’interno dell’area geografica americana, dal jazz di Gershwin al musical di Leonard Bernstein, fino alla musica argentina di Piazzolla e Ramirez, abbracciando anche aspetti della canzone nel Novecento, fra cui Kurt Weill.

Per l’evento è necessaria la prenotazione sul sito www.associazioneantonstadler.it. Il costo del biglietto per singolo evento è di 15 euro, tariffa ridotta a 5 euro, per i bambini sotto i 12 anni. In caso di maltempo, gli spettacoli si terranno presso il Teatro Electra di Iglesias.

VISITE GUIDATE

Prima del concerto, sarà possibile partecipare alla visita guidata del sito minerario di Porto Flavia. Per info, costi e prenotazioni: 0781-274507 oppure (+39) 3483178065.

SERVIZIO NAVETTA

Si ricorda che per il concerto è a disposizione un servizio navetta da Iglesias a Porto Flavia al costo di 5 euro a persona. Per info e prenotazioni contattare il 3425805156.

I Tramonti di Porto Flavia è realizzato con il contributo di: Regione Sardegna – Assessorato della Pubblica istruzione, Comune di Iglesias, Fondazione di Sardegna, e grazie alla collaborazione di Iglesias Servizi, Iglesias Turismo, Consorzio turistico per l’Iglesiente e Cantine Aru.