Capodanno, Viminale: nessun morto, 35 persone arrestate

40

Polizia notteROMA – Sono state trentacinque le persone arrestate e 273 denunciate. E’ quanto emerge dai dati elaborati dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza sull’attività svolta per il Capodanno. “I dati relativi agli incidenti verificatisi nel corso dei festeggiamenti non fanno registrare alcun episodio mortale – si legge nel report – In calo il dato dei feriti gravi con prognosi superiore ai 40 giorni, passati da 14 a 11, mentre il dato dei feriti con prognosi inferiore ai 40 giorni si presenta in crescita”. In base ai dati forniti dal Viminale in questo fine anno si sono registrati 11 persone ferite da colpi di arma da fuoco, in lieve aumento rispetto ai dati del 2022 (10).

Sul fronte dei minori si registra “un significativo aumento del dato complessivo: 50 a fronte degli 20 dello scorso anno”. In relazione alla gravità delle lesioni riportate “si registra un aumento nel numero di feriti con prognosi inferiore o uguale a 40 giorni (169 a confronto dei 110 dello scorso anno). Per quanto riguarda invece i feriti gravi – spiega il report – con prognosi superiore a 40 giorni, si registra una lieve diminuzione rispetto allo scorso anno (11 a fronte dei 14 del 2022)”. I dati relativi agli arresti, alle denunce e ai sequestri, riferiti al mese di dicembre del 2022, risultano in aumento rispetto allo scorso anno per quanto concerne le persone denunciate, mentre si registra una lieve diminuzione sul fronte degli arresti.