Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 20 ottobre 2020: +10.874 nuovi casi

covid19 martedì

Il bollettino del 20 ottobre 2020 parlava di 10.874 nuovi casi 8.454 ricoverati, 870 quelli in terapia intensiva; 89 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, martedì 20 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 19 OTTOBRE

Il bollettino del 19 ottobre 2020 parlava di 9.338 nuovi casi 7.676 ricoverati, 797 quelli in terapia intensiva; 73 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano:24.634 in Lombardia, 18.314 in Campania, 15.191 nel Lazio, 10.851 in Toscana, 10.607 in Piemonte, 9.845 in Veneto, 9.670 in Emilia Romagna, 7.019 in Sicilia, 5.463 in Puglia, 3.911 in Liguria, 3.502 in Sardegna, 2.669 in Abruzzo, 2.569 in Umbria, 2.168 in Friuli Venezia Giulia, 2.118 nelle Marche, 1.690 a Bolzano, 1.170 in Calabria, 863 a Trento, 680 in Basilicata, 698 in Valle d’Aosta, 393 in Molise.

CONTE: DOBBIAMO EVITARE UN LOCKDOWN GENERALIZZATO

Il giorno dopo la firma del nuovo DPCM, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ammesso che in primavera si é arrivati al lockdown generalizzato perché era inevitabile. Ora ila situazione é diversa; si é lavorato per fare i test, per distribuire le mascherine, si é lavorato nelle scuole e negli uffici per garantire la massima sicurezza. Ci si sta impegnando per evitare il lockdown generalizzato, ma non si possono escludere lockdown circoscritti perché uno generalizzato dobbiamo evitarlo.

LA LOMBARDIA VERSO IL COPRIFUOCO

I sindaci dei capoluoghi della Lombardia, il presidente Anci, i capigruppo di maggioranza e opposizione e il giovernatore Attilio Fontana hanno chiesto uno stop di tutte le attività e spostamenti, tranne casi eccezionali, dalle ore 23 fino alle 5 del mattino, a partire dal 22 ottobre e  la chiusura, nelle giornate di sabato e domenica, della media e grande distribuzione commerciale, tranne che per gli esercizi di generi alimentari e di prima necessita. Il Ministro della Salute Roberto Speranza si sarebbe detto d’accordo.

VERSO L’ANNULLAMENTO I MERCATINI DI NATALE IN ALTO ADIGE

Il Covid-19 cancella tutto, anche le tradizioni popolari più antiche. Il Comune di Trento ha deciso di annullare l’edizione 2020 del Mercatino di Natale e anche se non ci sono ancora provvedimenti in merito anche quello di Bolzano potrebbe subire la medesima sorte.  Stando al nuovo Dpcm del Governo sarebbe impossibile allestire le tipiche casette. Si starebbe pensando a soluzion alternative.

LA SITUAZIONE NEL MONDO

In Spagna, nel corso dello scorso fine settimana si sono registrato 37.889 nuovi casi mentre i decessi sono stati 217. In Gran Bretagna nelle ultime ventiquattr’ ore i contagi erano stati 18.804, i morti 80. In Francia preoccupa il numero delle terapie intensive: oltre duemila.

I DATI COVID DEL 20 OTTOBRE

Alle 17 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino del 20 ottobre 2020 parlava di 10.874 nuovi casi 8.454 ricoverati, 870 quelli in terapia intensiva; 89 decessi.