Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 30 luglio 2020: +386 nuovi casi

coronavirus covid-19 giovedì

Il bollettino del 30 luglio 2020 parla di nuovi casi, 748 i ricoverati con sintomi, 47 quelli in terapia intensiva,3 i decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, giovedì 30 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 29 LUGLIO

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 289, i decessi 6. I soggetti ricoverati in terapia intensiva erano 38, 731 quelli ricoverati con sintomi, 11847 quelli in isolamento domiciliare.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 6.563 in Lombardia, 1.451 in Emilia Romagna, 969 nel Lazio, 801 in Piemonte, 784 in Veneto, 408 in Campania, 380 in Toscana, 224 in Sicilia, 197 in Liguria, 130 nelle Marche, 112 in Friuli Venezia Giulia, 109 in Abruzzo, 98 a Trento, 92 in Puglia, 86 a Bolzano, 86 in Calabria, 47 in Basilicata, 26 in Molise, 17 in Sardegna, 17 in Umbria, 13 in Valle d’Aosta.

STATO DI EMERGENZA; L’ATTACCO DI GIORGIA MELONI A CONTE

Nel suo intervento alla Camera Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia,  ha evidenziato che in Europa non c’é una sola Nazione che abbia prorogato lo stato di emergenza: in Ungheria é stato revocato da tempo, in Francia da venti giorni. Se nessun Paese lo ha fatto, perché deve farlo l’Italia? Ha, quindi, invitato ad argomentare una eventuale emergenza sanitaria che giustifichi la proroga dello stato di emergenza. Poi il duro attacco al Presidente  Conte. “Qual è il prezzo che l’Italia paga per concedervi questa libertà? -ha continuato- Davvero Lei crede, Presidente Conte, che non comporterà un problema al nostro turismo dire al cospetto del mondo che l’Italia ha ancora una situazione d’emergenza quando non ce l’hanno la Spagna, la Grecia, La Croazia e la Francia? Davvero pensa che gli investitori portano soldi in Italia continueranno a farlo? Davvero pensa che i commercianti che sono in dubbio se riprendere la propria attività.possano ancora  aspettiare che la tempesta passi. Io non posso credere che Lei creda a questo, credo piuttosto che a lei interessi e che sia il prezzo che é disposto a pagare. Non vi preoccupate della salute degli italiani ma della salute del Governo. Lo stato di emergenza serve per consolidare il vostro potere, vi consente di fare quello che volete senza regole e senza controlli”.

I DATI COVID DEL 30 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha aggornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 386, i decessi 3. I soggetti ricoverati in terapia intensiva erano 47, 748 quelli ricoverati con sintomi, 11.435 quelli in isolamento domiciliare.