Coronavirus, zona rossa estesa a tutta la Lombardia e ad altre 11 province

Coronavirus, zona rossa estesa a tutta la Lombardia e ad altre 11 province

L’incremento dei contagi ha reso necessarie ulteriori misure restrittive. Vietati spostamenti, chiusa la maggior parte dei locali pubblici

MILANO – Il Governo sta per emanare un nuovo decreto contenente ulteriori disposizioni per contenere l’epidemia del Coronavirus. Nell’articolo 1 della bozza del nuovo decreto compare il divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da altre 11 province, e l’estensione delle zone controllate a Piemonte ed Emilia-Romagna. Le province che diventeranno a breve “zona rossa” sono le seguenti: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria.

Da e verso queste zone ci si potrà spostare soltanto in caso di emergenza, per motivi di famiglia e di lavoro. Chiuse palestre, piscine e centri benessere, musei, centri culturali, discoteche, sale da giochi e impianti da sci. I ristoranti e i bar potranno restare aperti purchè venga rispettata la distanza di un metro.

Soltanto nella giornata di oggi si sono registrati 3420 contagi in Lombardia, più di 1000 in Emilia-Romagna, che hanno reso necessario nuove misure restrittive.

Si attendono sviluppi.