Covid, Bassetti: “A 2 anni da V-day celebriamo trionfo vaccini a mRna”

24

prof. matteo bassetti tv2000GENOVA – “Meno male che nel 2021 ci siamo tutti impegnati e abbiamo vaccinato contro Covid così tanta gente. E’ stata una straordinaria cavalcata che credo azzittisca a distanza di due anni il movimento no vax. Credo che oggi possiamo guardare il futuro con un certo ottimismo”. A sottolinearlo all’Adnkronos Salute è Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, in occasione dei 2 anni dall’avvio delle vaccinazioni anti-Covid. Era il 27 dicembre 2020, giorno passato alla storia in Europa come il V-Day tanto atteso, dopo mesi in cui il coronavirus Sars-CoV-2 aveva sconvolto vite, sopraffatto ospedali e chiuso intere società, portando con sé danni economici e psicologici inediti.

“Credo che comunque quello che sta succedendo in Cina”, dove è in corso un’ondata di contagi Omicron e da cui arrivano immagini di rianimazioni piene e notizie di molti morti, “celebri a 2 anni dall’inizio della campagna vaccinale il trionfo dei vaccini a mRna – osserva Bassetti – E’ una sberla, uno schiaffo al movimento no-vax che ha portato avanti per due anni l’idea che quelli a mRna fossero vaccini genici, sperimentali. Nella realtà – ribadisce – meno male che abbiamo fatto questi vaccini e non abbiamo puntato su vaccini diversi come per esempio quelli cinesi o quelli russi, o altro. Mi auguro che ora il movimento no-vax rimanga in un angolo, perché parlando continua a far danni e a far male”.