Covid, Galli: “Il taglio della quarantena puzza di campagna elettorale, meglio attendere”

20

MILANO – Una possibile riduzione della quarantena dei positivi al Covid “‘puzza’ di campagna elettorale. Tutto quello che sento in questo periodo mi sembra fortemente condizionato”. Nel merito “francamente mi sembra inutile mettere in ballo indicazioni sulla quarantena, in questo momento in cui ci si attende di valutare cosa succederà con la riapertura delle dell’attività generali del Paese”. Lo dice all’Adnkronos Salute Massimo Galli, già direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano.

Per Galli “adottare misure in questo momento di apparente calma” dal punto di vista epidemiologico “senza tenere conto che potrebbe essere del tutto momentanea, mi sembra molto strumentale. Credo che sia ragionevole attendere alcune settimane, anche in relazione alla riapertura delle scuole’.

“Prima di mettermi a fare elucubrazioni, in questo momento, su ‘sconti’ di vario genere, ci penserei bene. Se poi, a breve scadenza, le cose miglioreranno, tanto di guadagnato. Si potrebbe obiettare ‘riduciamo ora che c’è una relativa calma’, ma se riducessimo proprio nel momento in cui tutto ricomincia non sarebbe saggio. Si sa che la congiuntura di settembre è da sempre critica sul piano epidemiologico”, conclude.