Covid, Pregliasco: “Non ci sarà nuovo picco, ma meno rilassatezza”

30

covid-19MILANO – Il rialzo dei contagi Covid “non deve allarmare”. “Può essere che un po’ di rilassatezza abbia favorito la diffusione, ma del resto abbiamo ancora un milione di positivi, è chiaro che condizioni di diffusibilità ci sono”. Lo dice all’Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente della statale di Milano, commentando il +14,5% di positivi registrato in una settimana.

“Vediamo l’effetto complessivo sul medio periodo ma – tranquillizza l’esperto – non credo che avremo un picco. C’è una progressione di miglioramento ma non così repentina. Il numero dei morti sta scendendo – sottolinea – e questo è l’elemento più bello. Avremo magari qualche contagio in più ma non casi gravi, la vaccinazione, soprattutto quella con tre dosi, si sta dimostrato molto efficace”.

Ma l’invito del medico è, comunque, continuare a fare attenzione. “E’ chiaro che da quando non se ne parla più – nota il virologo – c’è questa percezione di liberi tutti. E’ una fase difficile perché oggettivamente stiamo andando bene e tutto questo grazie alla ragionevolezza dei cittadini e anche alle disposizioni progressive e all’approccio di precauzione decisi dalle istituzioni italiane. Quindi ora – riconosce Pregliasco – non è facile, in una fase di transizione, non lasciarsi stregare dal liberi tutti, anche guardando alle scelte di altre nazioni come l’Inghilterra che hanno adottato approcci diversi”.