Covid, ricerca sui social: utenti schierati contro i no vax

19

smartphoneROMA – Il super green pass in poco meno di sette giorni ha prodotto sui social 178mila mentions e oltre 7,14 milioni di interazioni, una media di oltre 1 milione al giorno. E’ quanto emerge da una analisi realizzata per Askanews da Socialcom con l’ausilio della piattaforma Blogmeter sulle conversazioni in rete tra il 18 e il 24 novembre, giorno dell’approvazione del provvedimento da parte del Cdm.Da una attenta analisi delle conversazioni, secondo la ricerca, si evince come il Paese sia in linea con quanto deciso dal Governo e, in alcuni, chieda misure ancora più severe per tutelare la salute pubblica. Relativamente al sentiment della rete, si rileva un mood prevalentemente negativo analizzando esclusivamente le keywords riferite ai “No Vax”: oltre 71% degli utenti prova infatti avversione e diffidenza verso quanti non vogliono vaccinarsi.

Si rileva poi un’estrema polarizzazione delle opinioni riguardo al tema, evidente anche nell’analisi del sentiment sul Super Green pass, dove, tra le opinioni negative, si ritrovano sia le opinioni dei No-Vax, sia le opinioni di quanti auspicavano requisiti ancora più stringenti per ottenere il certificato verde. Nello stesso periodo oggetto dell’analisi, Socialcom ha analizzato anche le conversazioni sui canali ufficiali dei Parlamentari e degli esponenti di governo. Sono stati presi in esame i canali Facebook, Twitter, Instagram dei 945 parlamentari italiani. Sono stati rilevati solo 355 post, provenienti da 138 parlamentari. Dunque, meno del 15% tra Deputati e Senatori ha espresso la propria opinione sul tema, a riprova di come l’argomento sia spinoso a tal punto da spingere molti parlamentari a non esporsi.

“Ormai la pandemia ha reso le decisioni della politica sempre più impattanti sulla vita delle persone. Perciò la discussione si traferisce in tempo reale sui social”, commenta Luca Ferlaino, Founder di Socialcom, analizzando i dati della ricerca. “Un altro aspetto da tenere in considerazione è questa tendenza che vede una polarizzazione sempre più estrema delle opinioni. È un fattore che ha anche importanti risvolti sociologici, perché queste opinioni talvolta incrinano rapporti personali e professionali, rischiando di spaccare la società e dividerla in comunità dominate da ideologie e convinzioni più o meno convenzionali”.