Gdf di Livorno sequestra 6,4 milioni su conti svizzeri

LIVORNO – Avrebbe speculato su investimenti finanziari non dichiarando poi i profitti che sarebbero stati trasferiti in paradisi finanziari. E’ la contestazione mossa nei confronti di un ex bancario che vive tra Roma e la provincia di Livorno, nei confronti del quale, su richiesta della procura della Capitale, è scattato un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per una somma di 6.400.000 euro, ossia l’ammontare dovuto al Fisco italiano.

Il presunto grande evasore è stato scoperto dalla guardia di finanza di Livorno che ha eseguito la misura tra Italia e Svizzera grazie alla collaborazione dell’autorità giudiziaria elvetica coinvolta con una rogatoria internazionale. Sequestrati tre immobili a Roma, del valore di 600mila euro, e disponibilità finanziarie per un controvalore di 200mila euro, e bloccati conti bancari per 6,4 milioni di euro nel Canton Ticino.