Cura della pelle: consigli per rigenerarsi al rientro dalle vacanze estive

59

La dottoressa Paola Tarantino spiega cosa succede alla pelle dopo la lunga esposizione ai raggi solari e cosa fare per prepararsi in maniera ottimale in vista dell’autunno

paola tarantinoMILANO – Il periodo estivo è sinonimo di pace, relax, divertimento per il nostro corpo e la nostra mente, ma non si può dire lo stesso per la nostra pelle. Capita spesso, infatti, che dopo le vacanze la nostra pelle, seppur appaia esteticamente molto bella a causa del piacevole effetto ambrato dato dall’abbronzatura, sia in realtà parecchio stressata per via della lunga esposizione solare, che è uno dei fattori esterni che maggiormente influenza il modo in cui la pelle invecchia. I raggi UVA sono in grado nel lungo periodo di alterare l’elastina e il collagene, cioè le strutture portanti della nostra pelle, che garantiscono elasticità e compattezza dei tessuti. Ma l’esposizione solare non è l’unica fonte di stress: anche il vento, le ore piccole, gli eccessi alimentari e gli alcolici giocano un ruolo fondamentale. Ecco perché a partire da fine estate è importante idratare e rigenerare la pelle di viso e corpo, potenziando la nostra beauty routine con trattamenti mirati. Come fare? Ce lo spiega la dottoressa Paola Tarantino, ambasciatrice della Medicina Estetica Gentile, un nuovo approccio estetico etico e sostenibile, il cui obiettivo è migliorare, e non stravolgere.

Peeling chimico, biorivitalizzazione, Kleresca: i trattamenti ideali per ridare luce e tono alla pelle del viso al rientro dalle vacanze estive

“Soprattutto chi soffre di pelle seborroica o acne, durante l’estate nota un piacevole miglioramento dovuto all’esposizione solare, però al rientro va incontro al classico effetto “rebound”, e le ghiandole sebacee ricominciano a produrre sebo rendendo di nuovo la pelle grassa, e aumentando l’acne. Per questo uno dei primi trattamenti che consiglio post estate è il peeling chimico per ridare luminosità, elasticità e rinnovata bellezza al viso” afferma Paola Tarantino, medico estetico e dermatologo, Docente al Master di Medicina Estetica dell’Università Federico II di Napoli e al Master di Medicina Estetica alla Sapienza di Roma.

Il Peeling Chimico è molto efficace per ringiovanire e schiarire la pelle rigenerandola mediante una esfoliazione più o meno profonda. È importantissimo che venga fatto da medici specialistici, perché in mani non esperte può creare danni alla pelle. I peeling chimici consentono il miglioramento delle rughe fini e superficiali, nonché della pelle opaca e rugosa. Un altro trattamento importante dopo l’estate è la biorivitalizzazione, che restituisce elasticità e tono ai tessuti cutanei attraverso l’iniezione di acido ialuronico libero e polinucleotidi: il primo va a idratare la cute, i secondi vanno a stimolare il collagene e quindi l’elasticità cutanea. Infine, un ulteriore metodo efficace e di ultima generazione è il trattamento Kleresca: attraverso un gel e una luce a led si stimola la cute a livello cellulare per un effetto ringiovanente e compattante, e una pelle più tonica ed elastica.

Mesoterapia, carbossiterapia e LPG: gli alleati del “corpo che sta bene”

“Per quanto riguarda il corpo, post rientro è necessario ripristinare la stasi linfatica dovuta alla sedentarietà del relax tipico delle vacanze e ad un’alimentazione più ricca e irregolare. Consiglio quindi trattamenti come la mesoterapia, la carbossiterapia e la LPG che agiscono non solo esteriormente ma più in profondità, per un benessere a 360°” continua Paola Tarantino.

La mesoterapia è una pratica iniettiva intradermica che contrasta gli inestetismi della cellulite, contribuendo a eliminare il ristagno dei liquidi e gli accumuli adiposi, mentre la carbossiterapia si basa sull’impiego dell’anidride carbonica che viene somministrata allo stato gassoso e si rivela estremamente utile per la microcircolazione, e per dare una migliore ossigenazione ai tessuti in caso di adiposità localizzata, invecchiamento cutaneo e smagliature. E per migliorare la superficie della nostra pelle rendendola più sana e liscia ideale è la LPG: migliora l’ossigenazione, la vascolarizzazione e il drenaggio della cute, ed elimina le tossine. I risultati sono visibili immediatamente e durano nel tempo.

Come mantenere nel lungo periodo la luminosità e il benessere così ottenuti ed evitare il tipico grigiore autunnale quando scompare l’abbronzatura?

Secondo la medicina estetica gentile della dottoressa Paola Tarantino tra i trattamenti autunnali da preferire per una beauty routine ottimale troviamo Biostimolazione, Filler e Botulino. La Biostimolazione riattiva le funzioni biologiche della cute per dare tono, elasticità e freschezza alla pelle. Si procede con l’iniezione nel derma di acido ialuronico – ma anche importanti aminoacidi e vitamine – con aghi molto sottili e corti che non causano alcun fastidio. Il Filler, è una tecnica infiltrativa per aumentare e correggere i volumi per un ringiovanimento e riempimento immediati. Ideale, invece, per il trattamento delle rughe di espressione e per eliminare i piccoli segni del viso, il botulino: previene e riduce in pochissimo tempo la formazione delle rughe di espressione soprattutto nella parte superiore del volto. Il risultato è naturale e non altera la naturale fisionomia del viso.

La bellezza parte anche dalle buone abitudini alimentari: qual è l’alimentazione ideale per avere una pelle sana a lungo termine?

“Stile di vita equilibrato, alimentazione sana, regolare attività fisica, sono alla base del circolo virtuoso del Benessere che ri-equilibra e ri-genera il nostro organismo. E quando questi elementi lavorano insieme in modo armonico e con la giusta «sinergia», allora la bellezza, che è già dentro di noi, risplende e si manifesta nella sua pienezza. Per quel che riguarda l’alimentazione, oltre ai classici consigli sul consumo regolare di frutta e verdura e l’evitare fritti, formaggi e zuccheri, è importante – anche se può sembrare strano – non eliminare mai completamente il carboidrato dalla propria dieta, soprattutto nella prima parte della giornata, perché rischieremmo uno shock del metabolismo senza alcun vantaggio o risultato” afferma Paola Tarantino.