Dal teatro alla musica: Vincenzo Romano, un artista che esprime diverse sfaccettature

213

BENEVENTO – Vincenzo Romano, classe 1991, nasce a Benevento: è un artista che esprime diverse sfaccettature, passando dal teatro alla musica e portando in ogni ambito il suo essere autore. Romantico e malinconico, ma allo stesso tempo energico e anche ironico, nella sua scrittura sempre contemporanea, sia nello stile che nella struttura, mostra una particolare attenzione ai particolari percepibili sia dai testi che dalla scelta dei suoni. Nel 2011 si trasferisce a Milano, oggi la sua città, dove a seguito del diploma d’attore conseguito all’Accademia dei Filiodrammatici nel 2013, con l’importantissima esperienza formativa al GITIS di Mosca, Vincenzo Romano inizia la sua carriera teatrale calcando palcoscenici di grande prestigio e lavorando con Giorgio Albertazzi, Cesar Brie, Marco Baliani e Mario Perrotta.

Proprio con quest’ultimo, nel 2015, consegue il premio UBU con lo spettacolo “Bassa Continua Toni sul Pò”. Ed è sempre nel 2015 che, pubblicando il singolo “La vita è più semplice”, esordisce nel mondo della musica, canzone che oggi è tra i brani più amati dell’artista beneventano. Nel corso degli anni, pubblicando sempre nuove canzoni parallelamente ai lavori teatrali, Vincenzo ha fatto apprezzare a tutti la sua personalità e nella fine del 2021 ha pubblicato il suo primo album “Millennials”, 16 brani dove sono contenuti anche i suoi pezzi più ascoltati come “Ti vorrei”, “Alberto Angela” e “L’ultima ora d’estate”, con il singolo apripista “Robocop”, ad oggi la canzone più cantata nei suoi live.

Da pochissime settimane ha pubblicato “Incollati”, una special edition di “Millennials” con 10 versioni inedite delle sue canzoni suonate da musicisti noti anche in ambito internazionale: Claudio Perini, Pier Luigi Salami, Emanuele Filippi, Martin Kutnar, Agostino Rita, Luigi Maria Maesano ed Enrico Minati. Il giovane cantautore sannita, con quest’album, ha voluto valorizzare il prodotto fisico, che negli ultimi anni è stato messo un pò da parte dal mercato discografico. “Millennials”, infatti, è disponibile in tutti i formati sia digitali che fisici: un cd all’interno di un digibook di 32 pagine e un affascinante vinile con ricamo su copertina e disco rosso 180 grammi con incisione diretta ed edizione limitata e numerata.

I video dell’album delineano una scelta precisa e professionale con una scrittura molto attenta al senso estetico e alla storia che raccontano. Da “Alberto Angela” a “Robocop”, da “Amicinoi” a “A un giorno di distanza”, tutti video con immagine cinematografica e uno stile internazionale e contemporaneo. Nel video di “A un giorno di distanza”, canzone dedicata alla nonna dell’artista, per la regia di Fulvio Bramante, è il filo conduttore della biografia dell’artista, che per la prima volta abbraccia il percorso teatrale alla sua musica. Le versioni fisiche del cd sono disponibili su https://vincenzoromano.sumupstore.com/. I video, invece, li trovate qui: https://www.youtube.com/@VincenzoRomanoVEVO.