“Dante e Giotto. Dialogo e suggestione” prorogata fino al 23 Gennaio 2022

27
“Dante e Giotto Dialogo e suggestione” , installation view Museo Civico Amedeo Lia, La Spezia – 3

La mostra dedicata al rapporto e al confronto tra Dante e Giotto è stata prorogata fino al 23 Gennaio 2022 al Museo “Amedeo Lia” della Spezia

LA SPEZIA – La mostra dedicata al rapporto e al confronto tra Dante e Giotto, attualmente in corso al Museo “Amedeo Lia” della Spezia, resterà a disposizione del pubblico per un tempo maggiore rispetto al previsto. Il termine di chiusura dell’esposizione, fissato per il 19 dicembre 2021, è stato difatti spostato al 23 gennaio 2022, grazie alla disponibilità del Ministero e dei prestatori che hanno concesso la proroga richiesta. In questo modo i dipinti di Cimabue e Giotto continueranno a essere a disposizione degli spezzini e dei turisti durante le festività natalizie, a confronto e in dialogo con i materiali della Collezione Lia e con rare edizioni e manoscritti della Biblioteca Mazzini.

L’esposizione nasce infatti in occasione delle celebrazioni dedicate a Dante, la cui portata innovativa nella lingua italiana è pari alla rivoluzione linguistica intrapresa in contemporanea da Giotto nelle arti figurative, ambito in cui diventa assoluto campione nei decenni a cavallo tra la fine del XIII secolo e il XIV secolo. La mostra “Dante e Giotto. Dialogo e suggestione”, curata da Andrea Marmori e Francesca Giorgi, propone al pubblico eccezionali documenti figurativi, provenienti da Firenze e Castefiorentino: la “Madonna con il Bambino” di Cimabue, con il più che probabile intervento del giovane Giotto, e il “Santo Stefano” eseguito da Giotto negli anni della piena maturità. L’importante sezione dei fondi oro della Collezione Lia fornisce inoltre occasioni ulteriori di raffronto, a dimostrazione della portata straordinaria della lezione giottesca, la cui ventata innovativa si irradia in modo irreversibile e capillare, nei secoli.

Il Museo Civico “Amedeo Lia” è stato istituito nel 1995 ed aperto al pubblico nel dicembre 1996, grazie all’importante donazione di opere d’arte di Amedeo Lia e della sua famiglia al Comune della Spezia. La Collezione Lia comprende circa 1150 opere di grande varietà dall’epoca classica, al tardo antico, al medioevo e per finire al XVIII secolo. Sono conservati dipinti, miniature, sculture in bronzo, rame, avorio, legno, vetri, maioliche, oggetti d’arte di tutti i generi raccolti con passione e che documentano il gusto e la cultura dell’arte in Italia e in Europa.

ORARI
Martedì – Domenica con orario 10.00-18.00;
Chiuso 25 Dicembre e 1 Gennaio
Aperto 6 gennaio

BIGLIETTI
Intero € 8,00 – Ridotto € 7,00