Decreto semplificazioni, Patuanelli: ‘Non ci saranno i condoni’

ROMA – Potrebbe svolgersi lunedì 6 luglio il Consiglio dei ministri sul decreto semplificazioni. È quanto emerge in queste ore da diverse fonti governative. I tecnici sono al lavoro per preparare il testo finale del provvedimento, che contiene una cinquantina di articoli su appalti, digitalizzazione della pa, semplificazioni normative e modifiche a norme come l’abuso d’ufficio e il danno erariale.

“Non esistono condoni, questo governo non ha intenzione di fare condoni, ne’ in campo edilizio ne’ in altri”, ha precisato il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli (foto).

Nominare subito i commissari straordinari per completare tre grandi opere, la Tav, l’autostrada Asti-Cuneo e la Pedemontana piemontese. E’ la richiesta al governo della Regione Piemonte e delle forze economiche e produttive. “Non candidiamo nessuno, decida il governo i commissari in piena autonomia”, ha detto il governatore Alberto Cirio, che ha suggerito per la Tav la nomina del prefetto di Torino, Claudio Palomba. “Il futuro passa attraverso le infrastrutture e il Piemonte non può più aspettare. E’ una richiesta forte non solo della Regione, ma di tutto il mondo economico e produttivo. Il governo ha annunciato la disponibilità a nominare commissari e a fare delle regole, lo faccia al più presto”, ha detto Cirio.